Video. A Los Angeles si elimina la storia. Statua di Colombo rimossa. Le motivazioni sono pazzesche.

Un uomo, la sua storia, il suo inizio. Tutto deve essere dimenticato? Cristoforo Colombo fece torto al popolo nativo.

L’attuale consigliere, Mitch O’Farrell, ha voluto fortemente la rimozione della Statua di Cristoforo Colombo. Sì, scoprì l’America, ma fu anche protagonista di atrocità contro i popoli nativi. E il consigliere sembra discendi proprio da una di queste famiglie.

I dettagli su Il Giornale:

“Fu personalmente responsabile di diverse atrocità, le sue azioni hanno messo in moto il più grande genocidio della storia. La sua immagine non dovrebbe essere celebrata da nessuna parte”. In più, secondo O’Farrell sarebbe improprio dire che Colombo abbia scoperto l’America, dato che già molte persone ci vivevano e lui “non ha mai raggiunto le coste del Nord”.

La statua al centro di Gran Park era stata donata alla città di Los Angeles dalla comunità italiana stabilitasi nel Sud della California. Da anni, però, Cristoforo Colombo era al centro delle polemiche, perché considerato un simbolo dello sterminio dei popoli indigeni.

Ma dopo gli incidenti razziali di Charlottesville, quando tre persone rimasero uccise, nel mezzo di una protesta contro la rimozione della statua del generale Lee, l’inimicizia verso il navigatore genovese si è fatta ancora più accentuata.

The historic moment when the city of Los Angeles removed a statue of Christopher Columbus from Grand Park!#RiseUpAsOne for California’s Native communities!

Posted by The California Endowment on Monday, November 12, 2018

La Statua è stato oggetto di tante discussioni. Scontri. Episodi razziali. Alla fine si è scelta la strada più semplice forse?

Los Angeles, dopo bene 45 anni, saluta per sempre il simbolo della scoperta, dell’innovazione e della colonizzazione.

Fonte: ilgiornale

Foto: ilgiornale