“Vi mettiamo una bomba tra un mese”: minacce agli immigrati del centro. Scatta la denuncia. Chi è stato?

Minacce al Centro di Accoglienza straordinario di Gallarate (VA) gestito dalla Cooperativa sociale 4Exodus.

I cartelli ritrovati sul cancello della struttura riferiscono dei messaggi molto forti, scritti a mano con inchiostro nero:

“Vi metteremo una bomba tra un mese…”. E ancora: “Andate via con una bomba”.

E su una confezione di alimenti un altro foglietto dice: “Pezzi di m…., vi metteremo una bomba”.

A rivelare la notizia sono stati gli stessi operatori del centro, che hanno scritto così su Facebook:

“Oggi i nostri ragazzi ospiti del CAS di via Maroncelli hanno trovato questo “avviso” davanti alla porta di casa. Abbiamo provveduto a denunciare l’accaduto all’autorità giudiziaria. Intanto noi continuiamo a credere in un’accoglienza che punti all’integrazione, all’inclusione, alla partecipazione…A beneficio di tutta la comunità. Anche di chi non ci crede”.

Eppure il referente gallaratese di Exodus ha sottolineato come gli immigrati non abbiano mai avuto problemi con il vicinato.

Nonostante pare che i 9 ospiti si siano intgrati molto bene, questo non è il primo episodio spiacevole. Qaulche tempo fa fu indirizzata una lettera anonima dal contenuto simile al centro.

Ma, a differenza della prima volta, ora la denuncia è partita e il Commissariato ha avviato le indagini.

Fonte: IlGiornale

Foto credit: immagini.quotidiano