Putin e Trump. Il nuovo ordine Mondiale. L’Ue di Macron e Merkel non piace alla Russia e agli USA.

Trump non lo nasconde. La cerimonia di parigi è solo una facciata per ricordare la storia, ma il presidente degli USA non vuole essere garante d’Ue di oggi.

La freddezza di Trump con Merkel e Macron era tagliente. Il suo sorriso e approvazione solo per Putin che condivide le sue idee e la sua idea di ordine mondiale.

Leggiamo Occhi della Guerra:

Se la politica è fatta anche di immagini, quella che è scaturita dall’incontro francese è eloquente. Trump e Putin, al netto delle divergenze su alcuni punti chiave in cui gli interessi dei propri apparati collidono, si scrutano con aria quasi complice. Dall’altra parte, Macron e Merkel si sciolgono in un caloroso abbraccio, quasi a voler significare che la loro Europa, quella dell’asse franco-tedesco, è in pericolo. 

E che le loro leadership, sempre più deboli, sono fuse da un destino quasi indissolubile. Infine, l’incontro gelido fra il presidente francese e quello americano, con Trump che, atterrato a Parigi, non ha potuto altro definire “insulting” il pensiero di Macron sull’esercito europeo.

E i due leader europei, deboli in patria e indeboliti all’esterno, incapaci di frenare l’onda di protesta contro l’Unione europea a trazione franco-tedesca, non possono fare altro che guardarsi negli occhi, abbracciarsi. E capire che, probabilmente, il loro mondo sta finendo. Mentre Trump e Putin si guardano come due leader che il mondo vuole nemici, ma che in fondo hanno molti interessi in comune. 

Siamo alla resa dei conti. Prima o poi l’Europa doveva fare i conti con il resto del mondo. Isolarsi e avere una politica unitaria ma solo per il suo Continente non avrebbe portato risultati a lungo termine.

La verità è che l’Ue è agli sgoccioli e consapevoli sono Macron e Merkel. La bella vita sta finendo. Bisogna fare i conti con la realtà e Trump non ha freni.

Fonte: occhidellaguerra

Foto: tpi