“La nostra gita in barca verso l’Italia”: il video-selfie dei migranti spezza le gambe a Pd e buonisti. Provvedimenti seri!

Dopo l’arrivo di 30 immigrati clandestini in Italia, sono stati arrestati due algerini.

Per farlo la polizia ha utilizzato un video realizzato da uno dei migranti a bordo, mentre veniva a Lampedusa.

Il migrante in questione definisce il suo viaggio una “gita in barca” e lo dichiara mentre inquadra il motore, la bussola che tiene la rotta e i migranti che si trovano a bordo del gommone.

Stando alle sue dichiarazioni, il video è stato registrato l’8 Novembre

“Siamo partiti e siamo tutti qua, da Zuara diretti a Lampedusa. Questa è la nostra gita in barca per la spiaggia, ascoltata…ascolta…c’è il gruppo del Marocco in arrivo a Lampedusa”.

Poi, riprendendo gli altri dice: “C‘è gente del Marocco e questi altri sono del Sudan”.

Il fermo degli scafisti e la presa in carico dei migranti è avvenuta dopo l’intervento della Guardia Costiera di Lampedusa:

“In considerazione delle condizioni di sovraffollamento del natante, la motovedetta di soccorso dichiarava evento SAR e procedeva al trasbordo dei complessivi 32 migranti, conducendoli presso il molo Favarolo di Lampedusa. Il gommone utilizzato dai migranti veniva trainato sino al molo di approdo e sottoposto a sequestro da parte dell’unità intervenuta”.

Nel’isola, poi, sono avvenute le procedure di identificazione per i 90 immigrati giunti in totale e dopo alcune indagini della Mobile di Ragusa, la procura di Agrigento ha disposto un decreto di fermo nei confronti dei due algerini.

Fonte: IlGiornale

Foto credit: IlGiornale