Branco di nigeriani aggredisce una coppia: stupri e violenze.

Questa nuova e triste notizia giunge da Arezzo ed è relativa all’ennesima violenza di gruppo da parte di una banda di Nigeriani che hanno violentato una donna e picchiato il suo fidanzato, con una violenza che sta diventando uno schema ripetitivo nella sua crudeltà.

Stavolta la violenza è stata aggravata dall’inganno. La coppia di fidanzati malcapitati, nigeriani pure loro, si erano rivolti al gruppo di connazionali per ricevere aiuto, che sembrava avessero trovato.

Invece le cose sono andate per il peggio e gli assalitori non si sono risparmiati, dimostrando tutta la propria violenza e il disprezzo per la vita altri. Per fortuna sono poi riusciti a fuggire.

Secondo quanto riportato dal quotidiano La Nazione il fatto è iniziato nella serata di ieri nel quartiere Campo di Marte, dietro la stazione di Arezzo, quando due giovani fidanzati nigeriani stavano cercando aiuto perché avevano perso il treno per tornare a casa e non sapevano dove passare la notte.

Sono passati nel giardino adiacente alla stazione dove hanno trovato questo gruppo di connazionali che sembrava volessero dar loro una mano, ospitarli per una notte presso la loro abitazione, così hanno preso tutti insieme il bus che li portava a Ville, una località del comune di Monterchi, sempre in provincia di Arezzo. I due fidanzati inizialmente avranno pensato anche di essere stati fortunati ad aver incontrato questi ragazzi così generosi, non sapendo a cosa stavano andando incontro in realtà.

Quando infatti sono giunti all’abitazione è iniziato l’incubo: gli otto nigeriani hanno preso con la forza la ragazza e l’hanno violentata minacciandola con un coltello, mentre il fidanzato è stato reso inerme a bastonate. Infine come ultimo gesto di spregio hanno rasato la folta chioma del ragazzo. La coppia fortunatamente è riuscita a fuggire e terrorizzata si è rivolta subito alla polizia che ha iniziato immediatamente le indagini e ed ha già individuato i primi quattro colpevoli.

Non è la prima volta che il quartiere di Campo di Marte lì ad Arezzo si tinge di tinte oscure per fatti di violenza, ormai sta diventando un ritrovo per una nuova criminalità proveniente dall’africa, fatta di immigrati senza lavoro o ancor peggio spacciatori che si stanno impossessando della zona, a rischio e pericolo di deve passare da quelle parti.

Siamo stanchi di sentire queste notizie, questo schema ormai assodato di violenza da parti di gruppi di immigrati liberi di agire nelle nostre città è sintomo del fatto che evidentemente qualcosa non va. E non ci stancheremo mai di ripeterlo: espatrio immediato, pena da scontare in patria e divieto di rimettere piedi in Italia per i colpevoli.

Fonte: Il Giornale

Foto casuale.