Assurdo. Bancomat per di più anonimi per gli immigrati. Re Soros ecco cosa nascondeva.

Carte di credito prepagate e anonime donate gratuitamente ai migranti, in modo che possano circolare liberamente per l’Europa.

A distribuirle sarebbero l’UNHCR e l’UE, in collaborazione con MasterCard e il magnate ungherese George Soros, che avrebbe stanziato qualcosa come 500 milioni di dollari. Lo afferma un sito d’ informazione sloveno, Nova24, che cita fonti della polizia croata.

Tutto parte dalle segnalazioni di molti utenti dei social network, che hanno denunciato il fatto che mentre gli immigrati clandestini aspettano in Bosnia-Erzegovina di continuare il loro viaggio verso l’ Europa, possono prelevare dagli sportelli automatici i soldi da mettere da parte per recarsi negli altri Paesi.

Un ufficiale della polizia croata ha dichiarato: «I migranti illegali che rispediamo a casa, nel giro di pochi giorni si ripresentano per provare e rientrare in Croazia. Alcuni sono molto poveri, ma la maggior parte di loro sono ben equipaggiati, con scarpe e vestiti nuovi, smartphone sofisticati e di ultima generazione, persino armi.

E tutti hanno in dotazione una Mastercard senza nome ma con la dicitura UNHCR e un numero stampigliato. Quello che non ci spieghiamo è da quale conto ritirino i soldi dagli sportelli automatici».

Niente nominativi sulle carte, quindi, né la necessità di esibire alcun documento di identità per utilizzarle. Basta essere profughi desiderosi di vagare per i Paesi Europei. Il sospetto che sorge è che l’ Europa, aiutata dai paladini dell’ immigrazionismo in stile Soros, finanzi con il denaro dei contribuenti l’ invasione di migranti. E con essa i pericoli collegati, terrorismo in primis.

Cosa nasconde Re Soros veramente? Prima o poi tutto viene a galla.

Fonte: Libero

Foto credit: youtube