E’ un disastro ambientale senza precedenti. Quello che sta accadendo proprio ora. Salvini: “Ora basta”.

E’ veramente un disastro ambientale quello che sta accadendo nello Stir di Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta. Un incendio sta divampando nell’impianto di tritovagliatura e imballaggio dei rifiuti.

Sul posto sei squadre dei vigili del fuoco di Caserta con il supporto di due squadre di Napoli e Benevento. Il rogo è all’interno di uno dei capannoni.

I pompieri hanno fatto molta fatica per entrare a causa delle fiamme molto alte. Il timore è che la struttura possa crollare. Il primo novembre lo Stir era chiuso e ad accorgersi del rogo sono stati i guardiani.

Quando sono arrivati sul posto i vigili del fuoco, l’incendio di rifiuti era già esteso. “Sta bruciando l’impianto di rifiuti, un altro disastro ambientale. Una settimana fa era andato a fuoco lo stabilimento della Lea a Marcianise”.

Così il sindaco di Marcianise Antonello Velardi interviene sulla questione rogo.

Velardi fa un riferimento anche al recente rogo che ha interessato l’azienda Lea srl, che tratta rifiuti; qui i cumuli ancora emettono effluvi tossici.

Velardi dice: «Lo Stir è collocato di fronte al carcere; in linea d’aria non è neanche un chilometro da Marcianise. Speriamo» .

Il Ministro degli Interni, Matteo Salvini, fa sapere: “Sto seguendo con attenzione la situazione per l’ennesimo incendio in Campania. Nei prossimi giorni tornerò a Napoli per presiedere il Comitato per l’ordine e la sicurezza: il mio obiettivo è non solo verificare i progressi dopo la mia recente visita ma anche discutere concretamente del problema dei roghi che non può più durare in Italia”.

Fonte: ilsecoloxix

Foto credit: torinotoday