Diciotti, Salvini si collega con gli italiani e apre la lettera del tribunale dei ministri. Ecco il video con il finale sorprendente.

Il caso Diciotti ha fatto molto discutere in questi ultimi mesi.

Il governo gialloverde non ha perso tempo e i ministri, sin da subito, hanno iniziato la realizzazione di quanto promesso a voce nel corso degli anni.

Ad essere bersagliato per le sue iniziative altisonanti è stato, soprattutto, il ministro degli Interni Matteo Salvini.

Quest’ultimo è divenuto immediatamente bersaglio di accuse pesanti e denunce pericolose.

Eppure, questa mattina, il leader del Carroccio si è collegato col popolo del web ed ha aperto, insieme ai suoi elettori, la lettera arrivatagli dal tribunale dei ministri di Palermo.

Così ha prima tuonato: “I gufi dei centri sociali saranno abbacchiati” e poi ha letto per la prima volta la comunicazione dei giudici sull’indagine della nave Diciotti: “Richiesta di archiviazione. Quindi potevo e dovevo bloccare gli immigrati arrivati su quel barcone”.

Come rivela Libero, il tribunale dei Ministri di Palermo, dichiarandosi territorialmente incompetente a indagare, ha trasmesso gli atti dell’inchiesta per il sequestro dei migranti presenti sulla nave Diciotti alla procura di Palermo che dovrà inviarli a Catania.

Ma il ministro degli Interni resta sereno: “Nel trasmettere gli atti, la Procura di Catania ha formulato per me la richiesta di archiviazione”.

Ecco il video:

Cosa ne pensi?

Fonte: Libero

Foto credit: IlGiornale