L’ipocrisia dei musulmani: comprano chiese per farne delle moschee ma hanno cibo gratis. I fondi? Ecco chi li finanzia.

Dopo il recente acquisto di una chiesa di Bergamo per 400mila euro da parte dell’Associazione Musulmani, si indaga per capire da dove arrivano tutte queste risorse economiche disponibili nelle mani dei musulmani.

Proprio per questi Guido Guidesi, sottosegretario alla presidenza del Consiglio, ha proposto un disegno di legge per bloccare i finanziamenti dall’estero.

Secondo le stime, infatti, ammonterebbero “a diciotto milioni di euro all’anno i finanziamenti per la costruzione in Italia di moschee e luoghi di preghiera e culto, autorizzati o meno, provenienti dall’ estero, in particolare dal Qatar, dall’ Arabia Saudita e dalla Turchia”.

Sulla vicenda è intervenuto anche l’onorevole Paolo Grimoldi: “La vicenda della chiesa di Bergamo acquistata per 400 mila euro dalla locale Associazione Musulmani rappresenta l’ennesima conferma che le comunità islamiche locali, soprattutto in Lombardia, dispongono di ingenti risorse economiche per acquistare o ristrutturare i propri edifici di culto.

Lo abbiamo visto anche a Milano, a Sesto San Giovanni, anche a Bergamo. E come al solito ci domandiamo se tutt’e queste risorse arrivino dalle solite ONG o finanziarie del Qatar e dell’Arabia sospettate di essere vicine all’estremismo islamico e alle sue derive terroristiche”.

Il leghista ha inoltre sottolineato un dato allarmante. tutti questi soldi a disposizione ma “poi si scopre che la maggior parte delle famiglie che richiedono, e ottengono, tariffe agevolate o azzerate per le mense scolastiche o altri servizi pagati dal nostro welfare sono famiglie islamiche, come abbiamo visto anche nel recente caso delle mense delle scuole di Lodi.

Dunque le comunità islamiche locali sono piene di soldi e possono comprare terreni o edifici per erigere moschee, mentre chi frequenta le comunità islamiche, e teoricamente contribuisce economicamente con le proprie offerte, non ha reddito e pretende le mense gratis per i propri figli? Strano vero? Certo che a pensar male si fa peccato…”.

Già. Non sembra strano?

Fonte: Il Giornale

Foto credit: milanoreporter