Il delirio antifascista che giustifica gli assassini di Desirée. Ecco le parole ignobili

L’Italia è ancora sotto shock per l’omicidio della giovane Desirée Mariottini, la 16enne romana drogata, violentata e uccisa a San Lorenzo da un gruppo di 3 o più immigrati.

La visita di Salvini nel quartiere della capitale ha scatenato le proteste delle femministe e dei centri sociali che hanno accolto il Ministro dell’Interno al grido di “sciacallo”. Guardando le interviste ad alcune di loro è chiaro come il pensiero di base è che i migranti assassini e stupratori lo fanno, poverini, perché non vengono accolti a dovere.

Un pensiero che sta girando in questi giorni ed è riassunto in un post su Facebook di un certo Armando Schiaffini – che si definisce “Fieramente Antifascista”. Leggiamo le sue parole deliranti:

Voglio esprimere solidarietà al gruppo di femministe e dei centri sociali che oggi hanno contestato il neofascista Salvini al quartiere S.Lorenzo di Roma dimostrando umana vicinanza ai rifugiati accusati di aver ucciso quella ragazza.

Il delitto è terribile, ma è anche doveroso immedesimarsi nei panni di quei poveri ragazzi che, dopo aver visto la violenza razzista di questo governo, hanno espresso tutta la Loro depressione abbandonandosi a questi orribili fatti.

Per questo motivo la colpa è soprattutto degli italiani che non hanno saputo accogliere questi disperati. Concludo con la dichiarazione di Andrea Costa del centro “Baobab Experience”:

L’unica soluzione è l’accoglienza- e voi che avete votato Salvini siete complici. vergognatevi, luride bestie piene di odio.

Tra i commenti c’è chi pensa ad un troll. In realtà poco importa, perché – che questo Armando Schiaffini esista o no, e che la pensi davvero così o meno – il pensiero espresso in questo post, in Italia, esiste davvero. Ed abbiamo il dovere di segnalarlo e condannarlo.

Fonte: Facebook

Fonte foto: Womenews