“La mia paura è che il dl Salvini vada più verso sinistra che verso destra.” Giorgia Meloni mette in allerta Salvini.

La Leader di Fratelli d’Italia sostiene il decreto Salvini. Alcuni punti però non la soddisfano. Il timore di veder sostituire la ruspa con scopa e paletta?

Il vicepremier Matteo Salvini è troppo orgoglioso del dl sicurezza e migrazione. La fumata bianca quasi sicuramente arriverà, ma c’è chi vorrebbe essere più determinante su qualche punto.

Leggiamo su Il Giornale:

«Purtroppo – spiega la Meloni – l’avere a che fare con il Movimento Cinque Stelle rischia delle volte di trasformare la ruspa in una scopa con la paletta». E allora ecco le 43 proposte di correzione per aiutare il vicepremier leghista «a spostare il provvedimento verso destra, visto che gli ottanta emendamenti dei Cinque Stelle cercano di spostarlo verso sinistra».

L’attenzione di Fdi si concentra sull’aspetto del decreto relativo al contrasto dell’immigrazione clandestina e alle tipologie di reato ad essa connessi. Si chiede di introdurre il reato di integralismo islamico, con il divieto di diffondere teorie che incitano alla violenza in nome di Allah, ma anche di indurire norme già previste nel dl presentato dal governo, come l’abolizione della protezione umanitaria, e di stringere le procedure per ottenere lo status di rifugiato.

Ma sono soprattutto gli emendamenti grillini a mettere a repentaglio l’alleanza giallo-verde, perché l’ala più di sinistra del Movimento, quella guidata dal presidente della Camera Roberto Fico, non sembra voler fare un passo indietro per agevolare il decreto, considerato pieno di criticità.

Ecco quindi spiegato cosa teme la Meloni. L’influenza del grillino sul leghista salvini potrebbe far diventare il dl l’ennesimo buco nell’acqua. Allora la soluzione è mantenere i le fondamenta della destra e non ammorbidire gli emendamenti.

Voi siete d’accordo con Giorgia Meloni?

Fonte: ilgiornale

Foto: fidelityhouse