Vergognoso silenzio. Il sindaco di Riace la spara grossa. E Fazio cosa fa? Salvini e Meloni li disintegrano.

Mimmo Lucano, sindaco di Riace, risponde così a Fabio Fazio ospite di Che tempo che fa alla domanda se un amministratore può fare accoglienza rispettando le leggi: “Anche le leggi del periodo nazista erano legalità ma è stato un dramma per l’umanità”.

E poi la dice grossa: «Alle volte, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina significa che i pescatori devono rimanere a guardare la gente che annega senza fare niente».

L’intervista suggellato con il clamoroso silenzio da parte di Fabio Fazio a tali frasi shock, diventa di fatto un caso politico.

L’ex sindaco di Riace, infatti, si è speso in improvvidi paragoni con il nazismo senza che il conduttore mettesse in discussioni le sue posizioni.

Di fatto, Lucano ha ribadito il suo appello a non rispettare le leggi che contrastano l’immigrazione.

Non a caso, Giorgia Meloni, su Twitter, ha picchiato durissimo: “Fazio e Lucano, il sindaco indagato di Riace, invitano sulla Rai a non rispettare le leggi se queste non consentono l’immigrazione di massa.

È questo il servizio pubblico? La Rai vuole continuare a pagare Fazio a peso d’oro per fare questa infima propaganda politica?”.

Duro anche Matteo Salvini che su Facebook commenta così: «L’arrestato ex sindaco di Riace, dopo aver confermato che tutto il Sud dovrebbe essere “ripopolato” con immigrati africani, dice che la proprietà privata “non serve” e che se ha commesso “errori” (leggi: reati) è perché “si confonde”. E questo sarebbe il modello di “buongoverno” che Pd, sinistra, professoroni e giornaloni \[…\] vorrebbero esportare in tutta Italia? Follia. Per fortuna vincerà il modello Lega».

Fonte: Libero

Foto credit: huffingtonpost