Scalfari insulta pesantemente Salvini e i suoi elettori: “cosa sono i leghisti” e gli italiani s’infuriano.

E come ogni domencia che si rispetti, Eugenio Scalfari lascia il suo segno sulle pagine di Repubblica.

Il fondatore, oggi, si focalizza su quello che lui definisce “fragile patto di governo” e su un secondo tema sul quale si è soffermato già molte volte, ovvero la necessità d rifondare la sinistra.

Quanto riserva alla Lega e ai suoi elettori, però, è subito finito sotto i riflettori:

“Ognuno di noi, una volta raggiunta la maggiore età, ha diritto al voto. Può esercitarlo oppure no, il voto non è obbligatorio, infatti in tutti i paesi democratici una massa considerevole di persone non vota per sua libera decisione. Le cause sono spesso la tarda età, le malattie o un’indifferenza innata per la politica. Oppure l’assenza di partiti politici graditi ad una parte degli elettori”.

Dopo la premessa, arriva il passaggio incriminato:

“Evidentemente i razzisti della Lega e i populisti di Di Maio sono abbastanza graditi”.

Dunque, per Scalfari non c’è alcun dubbio: quella della Lega sono “razzisti”.

Inutile dire quanto gli italiani non abbiano gradito le dichiarazioni di Scalfari, ritenute solamente offensive.

Fonte: Libero

Foto credit: Libero