Adesso anche la Germania vuota il Sacco: ecco perché i Musulmani sono un rischio!

In questi giorni è caduto l’anniversario della Giornata della Memoria.
Giornata nella quale si ricordano tutti gli ebrei caduti durante le barbarie della seconda guerra mondiale.

In questi giori tutti si riempiono la bocca di belle parole, ma quanti poi le metteranno anche in pratica?
Hanno fatto molto discutere e riflettere le parole della Merkel.

Su il Populista leggiamo che:

Angela Merkel dimentica le sue politiche quotidiane a favore dell’islamizzazione europea e improvvisamente si ricorda della condizione degli ebrei in Europa. Saranno state solo delle dichiarazioni di circostanza in occasione del giorno della Memoria? O è una Merkel senza memoria, quella che parla nel Giorno della Memoria?

Giudicate voi: “È una vergogna che nessuna istituzione ebraica possa sopravvivere senza la sorveglianza della polizia. Che si tratti di una scuola, di un asilo infantile o di un’altra istituzione come una sinagoga”. Lo ha detto Angela Merkel nel suo messaggio video settimanale, in occasione del giorno della Memoria.

“Antisemitismo e xenofobia sono in aumento” nella società, ha affermato Merkel, sottolineando che bisogna contrastare questi fenomeni con grande tenacia.

Che queste parole della Merkel sia una sorta di ripensamento e di presa di coscienza.

Fatto sta che di certo fanno riflettere.
Voi cosa ne pensate?

Foto Credit: Qui