Il Nord attacca la Lega: “Nessuna parla a favore delle imprese.” La delusione avanza e fa spazio al Cav.

Ebbene sì, qualcuno doveva pur lamentarsi della Lega e di quello che sta facendo al governo. A parlare sono le imprese lombarde che trovano sicurezza in Forza Italia.

Gli imprenditori al Nord non si sentono tutelati. La Lega sembra aver dimenticato quella classe sociale dell’economia che avanza nel Belpaese.

Ma leggiamo cosa riporta Il Giornale:

Carlo Bonomi, presidente Assolombarda ha bocciato in toto la manovra: imprenditori all’opposizione? «Vedo molta confusione dettata da inesperienza. E Assolombarda ha portato alla luce il malessere degli industriali e la disattenzione verso il mondo dell’impresa: un settore trainante per il paese e soprattutto per il benessere dei cittadini non può non essere ascoltato.

Non siamo all’opposizione, ma il governo avrebbe il dovere di confrontarsi». Ad agitarsi siete più voi del Nord. Gli imprenditori sono divisi?

«No anzi, la Confindustria è più compatta che mai. Ora intorno al nostro presidente Vincenzo Boccia c’è tutta l’associazione, perché si gioca il futuro degli italiani. E Ieri è finalmente emerso quello che noi come Lombardia ripetiamo da mesi, con allarmi inascoltati. Io stesso avevo anche dato un’apertura di credito a una parte politica e mi aspetto i risultati».

Insomma, in poche parole si parla di lega e del grido inascoltato degli imprenditori.. Un tasto dolente per il nostro paese. Solo che ad aprire le porte ecco che arriva Forza Italia da sempre a favore degli imprenditori, che promette un riscatto.

Questo potrebbe portare dei seri rischi alle prossime elezioni. La Lega potrebbe perdere punti. Se il Nord unisce le forze metterebbe KO l’intero partito leghista.

La manovra non è stata per niente condivisa e non solo, il rischio, se così possiamo chiamarlo, è che tutto il favore passerebbe nelle mani di Berlusconi. L’unico oggi a favorire il lavoro e l’impresa.

Fonte: ilgiornale

Foto: ilsole24ore