Limousine per i Rom, gli Italiani invece con l’acqua alla gola. L’assurda vicenda. E ora i buonisti cosa dicono?

A far rimbalzare la vicenda agli onori dei giornali è Silvia Sardone, consigliere regionale e comunale del Gruppo Misto. Ecco cosa dichiara.

“In via Bolla le ultime foto scattate dai residenti esasperati immortalano un matrimonio rom con tanto di limousine bianca parcheggiata nel cortile delle case popolari.

Vorrei sapere dai buonisti di sinistra che tanto sbandierano i processi di integrazione dei rom a che punto siamo arrivati: è normale che gente che semina il terrore nel quartiere, occupa intere scale di appartamenti abusivamente organizzi matrimoni con tanto di limousine?”.

La storia portata alla luce dalla Sarone è destinata a far discutere. E non poco. La limousine al mtrimonio rom era proprio quello che mancava a Milano.

La consigliera comunale, poi, oltre a questo caso specifico, evidenzia come “nei cortili di via Bolla sono numerose le feste e i barbecue organizzati dai rom e denunciati dai cittadini.

L’integrazione per i rom non esiste, quindi – continua Silvia Sardone – è inutile andare avanti con tutto questo buonismo inutile e pericoloso”.

La consigliera chiede giustizia per “i residenti onesti di via Bolla, quelli che si fanno in quattro per pagare l’affitto, non meritano la beffa di vedersi parcheggiare davanti a casa auto di lusso da parte di chi usa il quartiere come zona di propria competenza in spregio a ogni legge e ogni regola di buona convivenza”.

Fonte: Il Giornale

Foto credit: ilgiornale