Ultim’ora. Si riapre caso Diciotti. Ancora? Salvini in carcere. Ecco cosa sta accadendo.

Continua a tenere banco il caso della nave Diciotti. Ricordate la vicenda? Il Ministro degli Interni, Matteo Salvini fu accusato di sequestro di persona aggravato, “commesso nel territorio siciliano fino al 25 agosto 2018, in pregiudizio di numerosi soggetti stranieri”.

Oggi però colpo di scena. Il Tribunale dei Ministri di Palermo non ha la competenza territoriale per occuparsi dell’indagine a carico del ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Gli atti passeranno adesso al Procuratore di Palermo Francesco Lo Voi, che successivamente le dovrebbe inviare al Tribunale dei Ministri di Catania.

Il Presidente del Tribunale dei ministri Fabio Pilato ha comunicato di avere “portato a compimento le proprie attività e di avere rimesso gli atti al Procuratore della Repubblica di Palermo, Francesco Lo Voi per l’ulteriore corso a seguito di declaratoria di incompetenza territoriale“.

Il Tribunale dei ministri aveva novanta giorni per decidere se archiviare o trasmette gli atti alla Procura perché quest’ultima chieda l’autorizzazione a procedere al Senato visto che Salvini è un senatore.

Il vicepremier leghista commenta con poche parole la vicenda: “INCREDIBILE, continua l’inchiesta su di me: sarei un sequestratore (rischio 15 anni di carcere) per aver fermato in mare una nave carica di immigrati.

Ora l’indagine, partita da Agrigento, passerà da Palermo a Catania…Ma chiudetela qui e LASCIATEMI LAVORARE!”.

Incredibile!

Fonte: Ansa Sicilia

Foto credit: huffingtonpost