Oettinger ci riprova. Ma questa volta si ridicolizza da solo. Prima boccia l’Italia e poi … ecco cosa accade.

Non bastava Juncker, col suo debole per l’alcol e la tendenza a dire una cosa per poi smentirla salvo puntualmente metterla in atto.

Ora si aggiunge anche il commissario al Bilancio Ue, il tedesco Gunther Oettinger, che oggi 17 ottobre, in una intervista allo Spiegel online ha dichirato che “la commissione Ue rigetterà la manovra di bilancio italiana”.

Secondo la testata, una lettera dovrebbe arrivare già domani o venerdì a Roma dal commissario Ue agli Affari economici Pierre Moscovici con le violazioni dei dati di riferimento contenute nella manovra.

Poi, però, accade l’impensabile. Ecco che su Twitter, lo stesso Oettinger pubblica una rettifica a quanto pubblicato dallo Spiegel: “Si tratta di una mia personale opinione e non ho mai detto che arriverà una lettera all’Italia giovedì o venerdì”.

Ora, passi per la storia della lettera, ma lui è il commissario al Bilancio e la sua opinione dovrebbe essere quella decisiva ai fini del giudizio della nostra manovra… o no?”. Chissà se Oettinger ci è o ci fa?

A queste dichirazioni non poteva che arrivare la replica del Ministro degli Interni, Matteo Salvini: “Siamo convinti della manovra, non la cambieremo. Smettetela e lasciate che il governo italiano lavori per gli italiani”.

Verrebbe proprio da chiedersi: ma in quali mani si trova l’Europa?

Fonte: Libero

Foto credit: lineadirettaeuropa