Ecco cosa accade qui: Scioccante ciò che questa Signora combina a questa ragazza nera

Una volta al meridione vi erano cartelli “Non si fitta ai meridionali”, oggi episodi analoghi accadono di nuovo, a quanto pare, ma questa volta presi di mira sono quelli di colore.

A denunciarlo è una studentessa di colore.
La 24enne, Martina Wave Ogunleye, di origini nigeriane.

Su il Giornale leggiamo che la studentessa:

Come riporta il Mattino di Padova, ha trovato su un gruppo Facebook dedicato alla ricerca di case e stanze in affitto l’offerta di un bilocale in località Maserà. Interessata dall’opportunità, ha contattato il numero indicato per avere maggiori informazioni.

Ma al momento di chiamare si è subito sentita chiedere di quale nazionalità fosse, come se questo costituisse un discrimine insuperabile. Facile pensare che la domanda sia sorta al momento in cui il proprietario dell’appartamento abbia visto la foto profilo della ragazza, che ha la pelle scura avendo la mamma italiana e il papà nigeriano.

“Ho risposto che non comprendevo il nesso con la mia richiesta di informazioni e che comunque sono italiana, nata in Italia”, racconta attonita. Tuttavia la padrona di casa si è giustificata dicendo che “Mi sembrano informazioni legittime per sapere chi entra a casa mia” e negandole comunque la possibilità di affittare l’appartamento.

Il caso sta scatenando una violenta polemica sui social.
Tra chi si schiera dalla parte della proprietaria e chi, invece, si schiera dalla parte della studentessa.

Sembra a Padova, appena a ottobre dello scorso anno, aveva fatto discutere un annuncio razzista in cui si offriva una casa in affitto ma non ai meridionali.

Foto Credit: Qui