Albanesi sfuggano al fermo: inseguimento finisce molto male. Le scoperte dei carabinieri inaspettate.

La scorsa notte lungo la provinciale 90, che collega Rivolta d’Adda con Pandino, nella provincia di Cremona, finisce molto male un inseguimento avvenuto tra un gruppo di albanesi e gli agenti.

Sono all’incirca le 22:30, quando i carabinieri del nucleo radiomobile di Crema, allertati dalla segnalazione di un furto, tentano di tallonare una Bmw 335 rubata.

I ladri a bordo non si sono fermati ad un posto di blocco organizzato dagli uomini dell’Arma e, dopo averlo bruciato, hanno iniziato una fuga ad altissima velocità.

Dopo circa una quindicina di minuti di inseguimento, sul filo dei 200 all’ora, il conducente della Bmw perde il controllo del mezzo, che sbanda paurosamente e si ribalta, finendo in un campo ai lati della carreggiata.

Lo schianto fortissimo ha causato la morte sul colpo di uno dei tre fuggitivi, un cittadino di albanese di 30 anni, mentre sono rimasti feriti in modo grave gli altri due connazionali che si trovavano con lui nell’auto.

All’interno della Bmw i carabinieri hanno trovato attrezzi da scasso, gioielli d’oro e denaro in contanti per migliaia di euro, provenienti da una serie di furti commessi nella zona prima dell’inseguimento.

E’ ora di dire basta!

Fonte: Il Giornale