Salvini distrugge gli attentatori: “devono andare in galera, sono dei…” il ministro va avanti senza paura.

“Chi tira bombe non è un anarchico ma un cretino e un delinquente“.

Matteo Salvini commenta così l’attentato alla sede della Lega di Ala, in Trentino.

Il ministro dell’Interno ne è certo: “Devono passare un po’ di tempo in galera. Noi non abbiamo paura e andiamo avanti”.

Come descritto da Libero, “il primo ordigno aveva lo scopo di far arrivare qualcuno, infatti si trattava di una pentola a pressione piena di chiodi, collegata ad un filo di nylon che, una volta calpestato, avrebbe fatto partire una seconda deflagrazione nel piazzale dove ha sede il K3, a Villorba.”

Non si sa ancora con certezza chi siano i fautori dell’attentato, ma gli agenti stanno seguendo la pista della cellula anarchica Haris Hatzimihelakis /Internazionale nera.

Pare che la rivendicazione sia avvenuta da parte loro proprio sul web.

Mediante un volantino, infatti, hanno sostenuto di aver “attaccato con un ordigno la sede della Lega a Treviso, aderendo all’invito lanciato dai compagni della cellula Santiago Maldonado, che hanno proposto di rafforzare gli attacchi alla pace dei rappresentanti e complici del dominio”

Sei d’accordo con Salvini?

Fonte: Libero

Foto credit: Libero