“Così blindiamo i confini del mare”: il piano di protezione di Salvini stupisce gli esperti. I dettagli clamorosi.

Il Viminale continua il suo lavoro circa la protezione del Paese, mediante una stretta sui migranti che arrivano via mare in Italia.

L’intenzione è quella di lavorare con maggiore intensità adesso, dato il calo degli sbarchi, dando maggiore potere alla Polizia e alle Fiamme Gialle.

L’obiettivo del Ministero dell’Interno è quello di prevenire le infiltrazioni terroristiche tra i migranti. Idee rese note proprio da Salvini al Comitato Nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

La linea di comando dovrà essere semplificata, in modo da poter intervenire rapidamente sulle crisi in mare legate ai barconi carichi di immigrati.

Il piano del Viminale è curato nel minimo dettaglio e spera proprio di intensificare il controllo, con una sorveglianza che sia capace di intercettare anche le piccole barche che raggiungono le nostre coste.

Gli sbarchi fantasma, infatti, costituiscono la maggiore preoccupazione del leader del Carroccio.

Proprio tra i migranti di quelle barchette potrebbero nascondersi più facilmente terroristi che si fingono migranti in cerca di aiuto e protezione.

Per il momento il piano di Salvini si è rivelato una piacevole sorpresa per molti, anche per alcuni esperti che hanno apprezzato la meticolosità del ministro.

E tu? Cosa ne pensi?

Fonte: IlGiornale

Foto credit: IlGiornale