Gaffe o Ripensamenti seri? La bella Moretti, esponente Pd, approva la citazione di Salvini in diretta Tv.

L’approvazione della Moretti non è piaciuta a tutti. La nota frase di Mussolini citata da Salvini ha creato un attimo di silenzio in studio e qualche critica.

Nel momento più nero della storia del Pd, il commento della Moretti proprio non ci voleva per far aumentare le polemiche social e non solo.

Soprattutto i piddini all’ascolto hanno avuto un momento davvero imbarazzate.

Leggiamo cosa ha riportato Il Giornale:

E la gaffe è servita. Momento imbarazzante per la bella esponente Pd, un passato da parlamentare e oggi consigliera regionale del Veneto. Ospite di Giovanni Floris a Dimartedì, su La7, l’ex deputata dem si è vista chiedere di commentare la frase pronunciata da Matteo Salvini nel servizio andato in onda pochi istanti prima: “Chi si ferma è perduto”.

Una frase cult che risale addirittura alla Divina Commedia di Dante ma che, come molti sanno, è stata ripescata da Benito Mussolini durante un comizio a Genova nel 1938.

Espressione che i più colti attribuiscono a Dante Alighieri nella sua Divina Commedia, per poi tornare in auge nel secondo dopoguerra grazie alle citazioni di Benito Mussolini e di un film del 1960, regia di Sergio Corbucci con il grande Totò. Tuttavia, è una frase che tutti sanno appartenere al vocabolario fascista. Tutti tranne la Moretti, autrice di una gaffe imperdonabile davanti a milioni di telespettatori.

La consigliera del Pd sembra non aver colto la vera domanda del conduttore, Floris, che dopo il commento della stessa ha continuato ad evidenziare la citazione di Salvini, cercando di correggere la gaffe. Ma nulla da fare.

Cosa replicheranno quelli del Pd?

Fonte: ilgiornale

Foto: vicenzapiù