Juncker preso di mira da Giorgia Meloni. Ecco come la leader di FdI lo umilia

Jean-Claude Juncker, presidente della Commissione europea non è sicuramente il politico europep più amato dagli italiani. E nemmeno il più affidabili, visto il suo vizietto di alzare il gomito.

Spesso è stato protagonista di scontri verbali con membri del Governo, Salvini su tutti. Ora interviene anche Giorgia Meloni che prevede una disfatta alle prossime elezioni europee.

Lo fa usando i social network, su cui ha lanciato un meme con una foto di uno Juncker trafelato che si terge il sudore dalla fronte con un fazzoletto, ipotizzando una sconfitta senza se e senza ma per l’attuale presidente.

L’ultima cannonata contro Jean-Claude Juncker la sgancia Giorgia Meloni. Su Facebook, l’attacco al presidente della Commissione europea è totale.

La leader di Fratelli d’Italia pubblica una sua foto in bianco e nero corredata dalla scritta: “Quando scopri che dopo le Europee non ci sarà nulla su cui brindare”. E ogni riferimento non è puramente casuale.

Dunque, sul social, un secondo commento: “Dice Juncker che bisogna ostacolare i populismi limitati e i nazionalismi stupidi. Hahahah! Caro Jean Claude – continua la Meloni -, sovranisti e populisti vinceranno in Europa grazie a te, alle tue cieche politiche, alle tue tesi surreali e spesso biascicate.

Noi tutti, sovranisti intelligenti o no, populisti limitati o espansi, per questo, non possiamo che dirti grazie!”, conclude.

E come dare torto alla Meloni? Le politiche scellerate di questa Europa sono state la causa del fatto che in diversi paesi europei (Italia inclusa) gli elettori abbiano scelto formazioni politiche sovraniste e antieuropeiste (nell’accezione di Europa che conosciamo fino ad oggi e che va cambiata).

Fonte: Libero Quotidiano

Fonte foto: GDS