Agenti pestati da un gruppo di migranti del centro di accoglienza finiscono in ospedale.

Non si fermano all’alt della Polizia. I migranti poi scendono dalla macchina e afferrano uno di loro rompendogli il naso.

Un pestaggio incredibile, senza esclusione di colpi. L’inseguimento dei migranti finisce nei pressi del Centro di Accoglienza e lì una folla di connazionali corre in soccorso

prendendo di mira la volante.

Minuti di panico e di dolore per i due agenti, che sono stati presi d’assalto.

Leggiamo cosa scrive Il Giornale:

Andiamo con ordine. Dopo l’inseguimento, i due poliziotti stavano per eseguire l’arresto nei pressi del Cara quando si sono visti attaccare da altri concittadini del 26enne. “Sono stati oggetto di una vile aggressione messa in atto da più di una cinquantina di cittadini extracomunitari che li hanno accerchiati colpendoli ripetutamente con calci, pugni e oggetti contundenti“, spiega il Sindacato autonomo di polizia.

I cinquanta extracomunitari si sono dunque lanciati nel linciaggio contro i due poliziotti che poteva finire male se non fossero intervenute in maniera tempestiva altre volanti in soccorso alla prima.

Uno ha riportato la frattura del setto nasale, all’altro lo hanno colpito in testa con una bottiglia“, riferisce sempre il sindacato. 

Vale la pena aggiungere, che il primo uomo fermato dagli agenti aveva anche dei precedenti penali. Cosa ci faceva ancora libero di gironzolare per strada?

Fonte: ilgiornale

Foto: molisedoc