Il sovranismo vince in tutto il mondo. Anche in Brasile passa la destra. E Salvini esulta così.

Jair Bolsonaro ha vinto il primo turno elettorale in Brasile, avvicindandosi al 50% dei voti e staccando Fernando Haddad per più di 20 punti.

Il candidato di estrema destra affronterà ora il ballottaggio contro l’esponente del Partito dei Lavoratori (Pt) il 28 ottobre, come superfavorito.

La fortuna elettorale di Bolsonaro ha contagiato anche altri candidati legislatori o governatori che gli hanno assicurato il loro appoggio.

I primi risultati confermano anche altre tendenze rivelate da sondaggi precedenti: Ciro Gomes (centrosinistra) è rimasto bloccato al 12% e gli altri candidati principali, come Geraldo Alckmin (centrodestra) e Marina Silva (ambientalista) sono crollati al di sotto del 10%.

Il Ministro degli Interni, Matteo Salvini esulta così: «Anche in Brasile si cambia! Sinistra sconfitta e aria nuova! #goBolsonarogo. In Brasile Bolsonaro ha raccolto tantissimi voti, il vento sta cambiando ovunque.

Non capisco alcuni giornalisti italiani che danno del “razzista-nazista-xenofobo” a chiunque solo perché chiede più ordine e sicurezza per i cittadini».

Il vento del cambiamento si è sparso ormai in tutto il mondo. E’ ora di fare sul serio.

Fonte: Il Messaggero

Foto credit: liberoquotidiano