I migranti scelgono di sbarcare in Sardegna. Avvistate piccole barche cariche di algerini.

Nonostante si stia avvicinando l’inverno, i migranti non frenano il loro arrivo clandestino sulle coste italiane. La Sardegna oggi è la meta ambita.

Solo nella giornata di ieri due barche, di piccole dimensioni, sono arrivate sulla spiaggia e avvistate dai carabinieri. I naufraghi sono stati tratti in salvi. Ma scatta l’emergenza sbarchi clandestini.

Vediamo cosa ha riportato Il Giornale:

Nonostante abbiano cercato di dileguarsi con il favore dell’oscurità allontanandosi verso la torre di Porto Budello i migranti, avvistati allo sbarco dalla popolazione locale, sono stati individuati dagli uomini dell’Arma dei carabinieri della vicina stazione di Giba.

Il quotidiano di Cagliari L’Unione sarda aggiunge inoltre che altri 13 disperati sono stati salvati da una motovedetta della Capitaneria di porto 17 miglia a Sud-Est di Sant’Antioco. La loro situazione era disperata poiché il natante di appena sei metri su cui erano ammassati vagava sulle onde alla deriva, ormai ingovernabile, e per giunta stava anche imbarcando acqua. I migranti sono stati accompagnati in un centro di accoglienza a Monastir.

Il fenomeno della migrazione degli algerini dal Nordafrica alla Sardegna meridionale è ormai cronico da oltre dieci anni, con un flusso non enorme ma costante, che ogni anno fa registrare diverse centinaia di sbarchi

Una spina nel fianco del governo che non riesce ad andare via. Per quanto ci si sforzi di creare barriere, mettere uno stop a tutto questo, c’è sempre chi riesce a farla franca.

Fonte: ilgiornale

Foto: lortobene