Governo gialloverde? Non solo… le prospettive per le future elezioni preoccupano Forza Italia

Le elezioni scorse, quelle del 4 marzo, hanno dato all’Italia un quadro politico inedito che ha portato alla nascita del governo gialloverde, con una maggioranza sostenuta da Lega e Movimento 5 Stelle.

I due partiti più votati si sono trovati ad aderire ad un contratto di governo comune che è diventato il fulcro attorno a cui ruota l’esecutivo guidato da Conte. Seppur le frizioni non siano mancate, l’intesa tra i due partiti sembra funzionare, avendo il gradimento dei cittadini.

Sembra funzionare talmente bene che le prossime tornate elettorali potrebbero fornire delle novità che preoccupano Forza Italia e destano curiosità in molti, per testare se l’alleanza fra i due partiti possa essere forte anche alle elezioni.

L’orizzonte temporale non è quello delle amministrative che si terranno a cavallo tra la fine del 2018 e la primavera del 2019. Troppo presto perché la Lega possa strutturarsi sul territorio in modo tale da garantirsi le percentuali che i sondaggi oggi le riconoscono a livello nazionale. Ma in molti, ai vertici di Forza Italia, guardano già alla tornata elettorale del 2020, quella in cui andranno al voto regioni importanti come Toscana, Marche, Umbria, Puglia, veneto, Campania e Liguria.

E’ lì, secondo quanto lasciato intendere a Milano nel corso della manifestazione azzurra organizzata nel weekend da Maria Stella Gelmini, che la Lega potrebbe staccarsi definitivamente dal centrodestra e approdare a un cartello elettorale coi 5 Stelle. Approfittando, nelle regioni rosse, di una debolezza del Pd che ormai sembra strutturale.

Un segnale di quel che potrebbe accadere allora, riporta Il Giornale, potrebbe palesarsi in Toscana già nelle prossime settimane nei tanti comuni andranno al voto amministrativo. Ai vertici di Forza Italia non è passata inosservata la sostituzione del coordinatore regionale del Carroccio Manuel Vescovi, al quale il partito di Salvini deve vittorie “storiche” come quelle ottenute nel recente passato a Arezzo, Grosseto, Pistoia, massa, Pisa e Siena.

Vescovi è stato messo da parte e sostituito ai vertici toscani del partito dalla sindaca di Cascina Susanna Ceccardi, una che già in passato aveva lanciato segnali politici ai 5 Stelle e il cui nome circola come possibile candidata alla presidenza della Toscana proprio nel 2020.

I prossimi mesi si prospettano infuocati. Forza Italia, se la Lega volesse correre con i 5 Stelle, rimarrebbe con Fratelli d’Italia a costituire un polo di centrodestra senz’altro più debole delle scorse elezioni, e dalle prospettive tutt’altro che scontate.

Fonte: Libero

Fonte foto: YouTube