“Sudditi e Polli.” Il commento di Zingaretti sul Reddito di Cittadinanza. E ancora: “Considero Renzi ancora una risorsa per il Pd.”

Renzi una risorsa? A dirlo in Tv è il governatore Nicola Zingaretti, che commenta tutto il sistema politico vigente.

L’argomento bollente è quello delle Primarie e della candidatura di Paolo Gentiloni a Commissario Ue. E non solo, ma anche la sua candidatura che non gli dispiace affatto.

L’elogio continuo e costante al Partito Democratico, che si è sempre battuto per il popolo e che oggi deve ritornare in campo con un’altra proposta politica.

Leggiamo cosa scrive Il Mattino:

…”dobbiamo creare ricchezza ma porci il problema che venga ridistribuita nel senso dell’equità. Io vorrei essere indicato per strada come un partito che è il più bravo a produrre ricchezza ma anche il più testardo a porsi il problema che venga ridistribuita». A chi gli chiedeva un commento sui dirigenti affascinati dalla ricchezza e dalla frequentazione dei ‘potenti’, Zingaretti ha risposto:

«La cosa importante è rimanere se stessi: posso anche andare a pranzo dalla regina Elisabetta e rimanere me stesso, anche nell’austerità che a mio avviso deve avere un politico, perché deve dare sempre il buon esempio».

«La tessera di cui sta parlando Di Maio, con lo Stato che controlla che cosa il bisognoso si compra o che deve spendere i soldi entro la fine del mese altrimenti ti leva i soldi… Questa è una idea delle persone bisognose come suddite del potere». «Come se una persona più povera – ha aggiunto – sia di per sé un indisciplinato da controllare. Una idea di persona come i polli di allevamento. Questo è molto sbagliato».

La sua diplomazia potrebbe mettere d’accordo molti. Il punto interrogativo però resta sempre lo stesso: Il Pd tornerà ad essere credibile?

Fonte: ilmattino

Foto: senzabarcode