Torna dal weekend fuori e trova la casa occupata. La storia finisce davvero male. Tutti sotto shock.

Paola Barzotti è una donna di 46 anni che vive da 15 in via Lipparini, in zona Laurentina, in una casa popolare dell’Ater, divenuta protagonista di una terribile vicenda.

La donna ha un lavoro in municipio, tre figli a carico e una vita normale. Almeno fino al suo rientro da un weekend coi figli.

Quando arriva nel suo garage, nota subito mobili ed effetti personali accatastati in un angolo e danneggiati. E viene immediatamente accolta da una donna che spunta dalla rampa del garage e le urla: “La casa adesso è mia”.

Paola si sente male e viene portata in ospedale. Nel frattempo vengono coinvolte le forze dell’ordine , nello specifico i Carabinieri di Cecchignola mentre i presidenti dei Municipi VIII e IX si sono rivolti al commissario Ater per risolvere quanto prima la questione.

Intanto la casa resta occupata.

I figli di Paola dormono altrove e lei in macchina per presidiare i suoi effetti personali.

Sono passati due anni e nulla è cambiato. La donna ha poi rivelato un dettaglio fondamentale circa la possibilità che loro possano tornare nella loro casa:

“Ora viviamo nella paura, anche se dovessimo rientrare in casa, temiamo per il futuro. La famiglia di chi ora occupa la casa è composta da persone che abitano nello stesso stabile. Noi abbiamo un contratto regolare con Ater, stipulato sette anni fa però subiamo la prepotenza di chi non ha titolo. Io lì non posso più stare”.

Fonte: Repubblica

Foto credit: IlrestodelCarlino