Militari rincorrono e sparano a un ladro. Denunciati ma Salvini: “Per me devono essere premiati.”

Il ladro porta a segno la rapina in una tabaccheria. Lì vicino una camionetta di militari, che lo inseguono e gli sparano.

La vicenda è accaduta a Perugia. Ora i militari sono stati indagati per omicidio colposo. A parlare in loro difesa è intervenuto direttamente il Ministro dell’Interno.

Leggiamo infatti cosa scrive Il Giornale:

Secondo quanto emerso, l’uomo deceduto, è un albanese di 50 anni, Eduart Kozi, noto alle forze di polizia per parecchi precedenti penali specifici consumati nel Perugino.

Secondo quanto si apprende, per la procura i tre indagati avrebbero superato i limiti premendo più volte il grilletto delle loro pistole anche se avevano una giustificazione per farlo.

Intanto continua la caccia da parte dei carabinieri agli altri tre banditi, presumibilmente albanesi come la vittima, che erano a bordo dell’auto e che poi è stata abbandonata dopo la sparatoria.

Salvini esalta e ringrazia i militari e la guardia giurata che hanno fatto solo il loro dovere, difendendo i cittadini da persone poco affidabili. Cosa importante è che gli albanesi erano armati. “Meritano un premio.”

Fonte: ilgiornale

Foto: umbria24