Depositato il testo di Legittima Difesa. L’iter di approvazione iniziato. La legge cambia e a favore del cittadino.

Da oggi se sei minacciato in casa o sul posto di lavoro e decidi di difenderti, il giudice dovrà ben affermare la sua sentenza.

Sarà inevitabile il processo penale, ma nella legge ci sono alcuni termini, che hanno sostituito quella precedente, che tuteleranno chi subisce violenza, intrusione o minaccia.

Leggiamo i dettagli su Il Giornale:

“….un’altra novità riguarda l’introduzione di una parola: “Sempre”. Nei casi di violazione di domicilio o intrusione in un luogo di lavoro, infatti, con la nuova legge si prevede che agisca “sempre” in stato di legittima difesa colui che “compie un atto per respingere l’intrusione con violenza, minaccia di uso di armi e di altri mezzi di coazione fisica, da parte di una o più persone”. Questo dovrebbe permettere appunto di ridurre le interpretazioni giuridiche nei processi.

Nei casi citati qui sopra, se la persona che si difende usa un’arma legittimamente detenuta o un altro mezzo idoneo a difendersi, allora è previsto che sussista “sempre” il rapporto di proporzione tra difesa e offesa “se taluno legittimamente presente nell’abitazione altrui, o in un altro luogo di privata dimora, o nelle appartenenze di essi”, “usa un’arma legittimamente detenuta o altro mezzo idoneo al fine di difendere: a) la propria o la altrui incolumità; b) i beni propri o altrui, quando non vi è desistenza e vi è pericolo d’aggressione”.

“la punibilità è esclusa se chi ha commesso il fatto per la salvaguardia della propria o altrui incolumità ha agito” contro chi approfitta delle “circostanze di tempo, di luogo o di persona, anche in riferimento all’età, tali da ostacolare la pubblica o privata difesa” o se in stato “di grave turbamento”, derivante “dalla situazione di pericolo in atto”.

Per chi si intrufolerà nelle abitazioni, le pene saranno maggiorate. Si parla di un massimo di 7 anni, con aggravante. Ma quanto sarà approvato il decreto? Forza Italia commenta che la “montagna ha partorito un topolino.”

Fonte: ilgiornale

Foto: termometropolitico