Incredibile. L’Italia come gli USA. “Test di integrazione per gli stranieri.” Lega propone legge Anti-Ius Soli.

La Lega non si smentisce e tira fuori un Test per tutti gli stranieri. Il documento di cittadinanza sarà rilasciato al termine di un percorso di integrazione.

Al momento la proposta della Lega è stata firmata solo da un numero limitato di senatori del Carroccio. Ora sarà necessario che il tutto venga ufficializzato e messo ai voti.

Di cosa si tratta nello specifico?

A raccontarlo è Il Giornale:

Una mossa a costo zero che consentirebbe alla Lega di compensare la risonanza mediatica del reddito di cittadinanza, voluto in manovra dai Cinque Stelle ma sempre più indigesto per la base nordista del partito di Salvini. Il disegno di legge 718, titolato «disposizioni concernenti l’introduzione di un esame di naturalizzazione per gli stranieri e gli apolidi che richiedono la cittadinanza», prevede l’introduzione non solo di un esame di lingua italiana, ma anche di cultura generale, storia, usi e costumi locali della comunità regionale nella quale lo straniero sarà ospitato.

«La cittadinanza – si legge nel documento – dovrebbe essere la conclusione di un processo che porta lo straniero a una perfetta integrazione con il territorio e con i cittadini e non un semplice atto amministrativo slegato totalmente dal contesto sociale».

La soluzione, secondo gli esponenti del Carroccio, sarebbe quella di portare gli stranieri sui banchi di scuola: «L’immigrato che intende diventare cittadino italiano deve superare un esame che ne dimostri il reale livello di integrazione nella nostra società, esame che, oltre a comprendere una prova di lingua italiana e locale, in base alla regione di residenza, comprende anche domande di cultura generale, storia, cultura e tradizioni e sistemi istituzionali, sia nazionali sia locali».

Secondo i leghisti, questa legge renderebbe più selettiva l’integrazione e migliorerebbe le condizioni di disagio che al momento persistono nei nostri territori. L’esempio arriva dalla Gran Bretagna e dagli USA. Infatti, attraverso un esame orale e scritto è più semplice valutare il reale inserimento nella società.

Fonte: ilgiornale

Foto: gds