Inps spende 426 milioni per i cittadini stranieri: i dati scatenano il panico. Ecco cosa concedono.

Gli Ossservatori statistici dell’Inps forniscono una miriade di dati che, spesso, sembrano frutti di errori.

Ma, come questa volta, poi si rivelano solo lo specchio della realtà dei fatti.

Come riportato da Il Sole 24 ore, “nel 2016 ben 70.648 cittadini stranieri hanno beneficiato di una prestazione assistenziale. Si tratta di assegni sociali o invalidità civili, benefici di importo medio annuo appena superiore ai 6mila euro, per una spesa totale di 426,4 milioni, circa il 60% dell’intera spesa pensionistica (887,8 milioni) destinata cittadini extracomunitari o neo comunitari che hanno lavorato nel nostro paese fino alla maturazione di un requisito previdenziale pieno.”

La maggiorparte degli assistiti proviene dalla Romania, dall’Albania e dal Marocco.

La materia è molto delicata ed è già stata oggetto di aspre dispute e polemiche.

Il nuovo governo dovrà fare attenzione e trovare un’intesa sulle misure concrete da adottare per le pensioni in legge di Bilancio.

Attendiamo ulteriori risvolti.

Cosa te ne pare?

Fonte: IlSole24ore

Foto credit: SecolodItalia