“Di quello che decide Bruxelles? Me ne frego e vado avanti.” Salvini impavido contro tutto e tutti.

Le critiche sulla manovra non spaventano il vicepremier Salvini. Neanche dopo l’intervento di Sergio Mattarella.

Anni di sacrificio e torture fiscali, quelli vissuti dagli italiani. Ma ora la musica cambia e il Ministro dell’Interno non intende tornare indietro. Così sfida l’Ue e il Capo dello Stato.

Sergio Mattarella, infatti, nella giornata di ieri è intervenuto in un discorso in cui al centro c’era la solidità economica che la Costituzione Italiana dispone per il bene dei giovani e il loro futuro.

Leggiamo i dettagli su Adnkronos:

“Abbiamo fatto una manovra che investe soldi per chi di soldi non ne vede da molti anni: giovani, pensionati, le pensioni di invalidità. E se a Bruxelles mi dicono che non lo posso fare me ne frego e lo faccio lo stesso“. Lo ha detto Matteo Salvini intervenendo alla Giornata mondiale del sordo a Roma.

Stia tranquillo il Presidente, dopo anni di manovre economiche imposte dall’Europa che hanno fatto esplodere il debito pubblico (giunto ai suoi massimi storici), finalmente si cambia rotta e si scommette sul futuro e sulla crescita.

Con equilibrio, con orgoglio e con coraggio. Prima gli italiani, si passa dalle parole ai fatti!”, ha aggiunto il leader della Lega.

Schietto e diretto come sempre il leghista, che questa volta sfida anche l’Ue, che piaccia o no la nuova manovra.

Fonte: ilgiornale

Foto: lavanguardia