Incredibile. Dopo sgombero, 3 rom aggrediscono con barattoli e morsi il direttore solo perché…e Salvini ruggisce.

Massimo Moretti, direttore della cooperativa Sport City, gestisce l’impianto polifunzionale di via Maso della Pieve, ed è un personaggio conosciutissimo nella città di Bolzano. Può tutto sommato considerarsi fortunato.

Tutto è accaduto dopo le 13 di ieri (26 settembre), proprio nella struttura di via Maso della Pieve. Moretti era intento a sbrigare alcuni lavori di manutenzione. Come tagliare l’erba al parco giochi, dove in quel momento stazionavano due uomini e una donna di origine romena.

Si trattava degli inquilini dell’accampamento, realizzato vicino ai campi da tennis all’esterno del centro sportivo, di cui Moretti chiedeva lo sgombero da almeno quattro mesi, effettuato proprio nella stessa mattinata da polizia municipale e personale della Seab.

È probabile che i tre, insomma, fossero assai contrariati per lo sfratto e abbiano reagito in maniera violenta all’invito di andarsene che Moretti, dopo essersi qualificato, aveva rivolto loro in maniera educata, ma ferma.

Moretti spiega l’accaduto: «Uno dei tre ha afferrato il vaso e ha fatto il gesto di lanciarmelo. Mai avrei pensato che l’avrebbe fatto davvero». Invece, il vaso si schianta sulla nuca di Moretti.

Un gesto folle, seguito da una vera e propria aggressione: lo stesso che aveva lanciato il vaso, s’è gettato su Moretti, cercando di colpirlo mordendolo ad una mano. A dargli man forte sono arrivati due suoi amici.

Per fortuna, un ragazzo che passava ha chiesto l’intervento delle forze dell’ordine: sul posto, in pochi minuti, sono arrivate una pattuglia dei carabinieri. I tre romeni sono stati arrestati. Moretti, invece, è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale San Maurizio, dove è stato medicato e dove gli sono stati applicati alcuni punti di sutura.

Matteo Salvini su Facebook riporta la notizia e tuona: “Dopo lo sgombero di un campo Rom a Bolzano, tre nomadi hanno aggredito con MORSI e barattoli di vetro spaccati in testa un cittadino che si era lamentato dell’illegalità dell’accampamento. Roba da matti. TOLLERANZA ZERO con i violenti. Nei prossimi giorni sarò in città per garantire sicurezza ai cittadini”.

Fonte: altoadige

Foto credit: iltempo