Salvini lavora duro per il DL. Ecco cosa sta preparando per fermare il flusso di migranti.

Visita in Tunisia per il vicepremier leghista. Lo scopo è quello di arrivare ad una collaborazione.

Sembra che l’accordo tra i due ministri non abbia aspettato molto tempo per concretizzarsi. Il ministro Fourati conferma il suo appoggio e il suo impegno verso il Dl Salvini.

I dettagli su Il Giornale:

Salvini elogia la Tunisia: “Le relazioni bilaterali Italia- Tunisia sono ottime. Tunisi è un modello di democrazia per tutta l’Africa e intendiamo sostenerla con determinazione anche in difesa dalle minacce terroristiche.

Gli incontri – prosegue il vicepremier – saranno l’occasione per intensificare i rapporti politici, culturali ed economici tra i due Paesi, anche al fine di promuovere nuovi investimenti italiani e il sostegno alle 800 imprese nazionali che operano in Tunisia e garantiscono 63 mila posti di lavoro diretti più l’indotto”.

“Sarà fondamentale – va avanti il responsabile del Viminale – rafforzare la vasta cooperazione sul piano della sicurezza, tenuto conto che la Tunisia è il Paese che, insieme all’Italia, ha subìto il più forte impatto dalla crisi libica. Contrastare l’immigrazione clandestina costituisce una priorità condivisa dai due Paesi per combattere i gruppi criminali che si arricchiscono con i flussi illegali ed evitare tragedie in mare”.

Si spera quindi di darsi una mano a vicenda per riuscire a raggiungere dei risultati ottimali a favore dei due paese. Anche la Tunisia ha subito molti danni a causa dell’impatto di migranti, ma oggi le cose cambieranno.

E in meglio per tutti. Così si augura Salvini, che porta in Italia un altro risultato concreto.

Fonte: ilgiornale

Foto: panorama