Restrizioni per gli islamici: il Regno Unito adotta nuove misure di sicurezza. Carceri separati per non creare danni. I dettagli.

Per poter fronteggiare il terrorismo e riportare ordine nel Regno Unito, ecco che arriva una nuova proposta.

L Ukip è il partito inglese che ha proposto la realizzazione di carceri solo per musulmani. Non certo per avere l’esclusiva, si intende, ma per rinforzare le restrizioni ai fedeli islamici. Nelle carceri, infatti, non si fa altro che reclutare nuovi fedeli e questo destabilizza la sicurezza del Paese.

Leggiamo cosa scrive Il Giornale:

Le proposte sono emerse tramite un nuovo documento politico e, oltre alla richiesta della creazione di carceri “esclusive per” i musulmani che “promuovono l’estremismo o cercano di convertire i prigionieri non islamici”, sono state proposte l’imposizione di divieti alle moschee che ricevono denaro dall’estero e l’abolizione della categoria “crimine d’odio”.

Il leader del partito Gerard Batten, che in passato ha descritto l’Islam come un “culto della morte”, ha spiegato che con queste proposte si vuole “rendere l’Ukip un partito populista nel vero significato della parola”. Ma Nigel Farage, che è stato il leader del movimento indipendente della Gran Bretagna per anni, ha avvertito che con queste proposte di “estrema destra” l’Ukip rischia la “marginalizzazione”.

Il documento sostiene che la segregazione nelle carceri è necessaria perché i detenuti non musulmani spesso sono costretti a convertirsi all’Islam “per la loro stessa protezione” dalle bande dei musulmani dietro le sbarre.

Non sono mancate le critiche. Ad esempio, Maajid Nawaz ha descritto questa proposta come il rafforzamento delle leggi razziali. Troppo estremiste le idee politiche che partono dall’Ukip, afferma il portavoce.

L’idea, quindi, per molti, sembrerebbe un promuovere dei nuovi campi di concentramento. Solo che questa volta solo per musulmani.

Voi, cari lettori, cosa pensate?

Fonte: ilgiornale

Foto: internazionale