Ex prefetto anti-Salvini punta il dito contro il decreto migranti. Motivo? Dirige Onlus di Soros.

Mario Morcone si candidò nel 2011 con il centrosinistra per diventare sindaco di Napoli, ex prefetto e ora punta il dito contro il dl sicurezza. Perché, vi chiederete.

Ex prefetto, oggi è l’attuale direttore del Consiglio italiano per i rifugiati, onlus finanziata anche dalla Open Society di George Soros.

Spiegato, dunque, il motivo per cui è in prima linea contro Matteo Salvini e contro il decreto legge sicurezza.

Sul sito del Cir è apparso un comunicato, dal titolo “Fortemente preoccupati dal decreto immigrazione” che boccia il dl in quanto contiene misure che “andranno a deteriorare pesantemente il livello di protezione, il sistema di accoglienza e le possibilità di integrazione di quanti arrivano nel nostro Paese perché bisognosi di protezione”.

In un estratto della nota si legge: “Preoccupa molto anche l’effetto che alcune misure, come l’abolizione della protezione umanitaria, avranno sulla gestione dei flussi migratori. È un Decreto che mira a creare irregolarità, non certo a gestire l’immigrazione”.

Ed ancora: “Il decreto introduce una norma pericolosissima: la possibilità di trattenere ai fini dell’espulsione migranti fuori dai Cpr in strutture idonee e nella disponibilità dell’autorità di pubblica sicurezza.

Una previsione che, da un lato, fa venir meno tutte le garanzie procedurali del trattenimento delle persone e, dall’altro avvia una sorta di militarizzazione del tema dell’immigrazione contraria alla storia e alla cultura di questo Paese”.

Fonte: Il Giornale

Foto credit: ilprimatonazionale