Approvato dal Consiglio dei Ministri. Il Dl Salvini crea ottimismo anche nella Commissione Ue. Sarà la volta buona per Salvini?

Non poteva che esserci una grande soddisfazione per il Ministro dell’Interno. Non solo per il risultato in Italia, ma per avuto la buona impressione dall’Ue.

Sembra che la prima bozza presentata alla Commissione Europea abbia suscitato interesse , infatti, si attende che venga consegnato il decreto ufficiale.

Leggiamo Il Giornale:

Ma per ora resta cauta e attende il testo definitivo. “Deve essere ancora adottato dai legislatori – ha detto la portavoce Mina Andreeva – Una volta che sarà fatto, la Commissione lo esaminerà”.

Ma intanto, a quanto si apprende da fonti Ue, ad una prima analisi dalle parti di Bruxelles non sarebbero affatto negativi su quanto contenuto nel decreto. Questa posizione della Commissione ha fatto esultare il ministro dell’Interno che, intervistato a Un Giorno da Pecora ha accolto con piacere la porta aperta dall’Ue. “- “Una volta tanto a Bruxelles, invece di dire ‘no’ con pregiudizio, a qualcosa cha arriva dall’Italia hanno letto e hanno capito che si tratta di maggiore sicurezza”.

Secondo Salvini il motivo dell’apprezzamento deriva dal fatto che nel dl “non si parla solo di immigrazione ma di lotta alla mafia, di vigili del fuoco, di straordinari delle forze dell’ordine… Sono contento che chi lo ha letto lo ha condiviso. Leggo gente che critica, che non ha letto neanche due righe. Perché dice cose che manco ci sono scritte lì dentro”.

Se da un lato si esulta, dall’altro, ovviamente, non potevano mancare di certo le critiche. Chi, se non la sinistra dei buonisti poteva alzare in coro la voce?

Fonte: ilgiornale

Foto: tgcom24