Pedofilia. Castrazione chimica ormai è reale. Ecco il paese che ha adottato la brutale punizione.

Sembra che non sia più un’idea ma una pratica reale, entrata in vigore nel Paese di Kazakistan.

Sarà contento il nostro vicepremier Matteo Salvini, che è il più grande promotore in Italia con altri.

La notizia non è un fake, ma una  cruda realtà che andrà a punire tutti coloro accusati di pedofilia. E in Kazakistan c’è già in lista un uomo.

Leggiamo cosa scrive Il Giornale a riguardo:

Per la prima volta in Kazakistan un uomo subirà la castrazione chimica.

Ecco, nel paese asiatico ora è realtà, visto che verrà così punito un pedofilo per tutti i crimini sessuali commessi. Da poco, infatti, è stata approvata una legge che prevede l’esemplare punizione per chi abusa i più piccoli, tanto da portare il governo kazako ad acquistare migliaia di dosi del farmaco inibitore.

Oggigiorno il farmaco più utilizzato è il Depo Provera, ovvero il principio attivo del Medrossiprogesterone: l’effetto della castrazione chimica può andare da un minimo di venti giorni fino a tre mesi.

Quali siano le modalità della castrazione è chiaro a tutti. ma chi è d’accordo che questa legge sia approvata anche in Italia?

Cari Lettori desideriamo conoscere il vostro parere. Commentate!

Fonte: ilgiornale

Foto: seruji