“Prima gli studenti sardi costretti a lasciare l’isola”: la protesta vs i privilegi dei migranti per l’università.

Studenti in piazza per dire NO ai pass per l’università concessi ai migranti.

Giovani leghisti sardi non hanno proprio digerito il progetto Passaporto europeo attuato dalle università di Cagliari e Sassari e sostenuto dal ministero dell’istruzione (gestione Pd) e avallato dalla Regione Sardegna.

Lo scopo è quello di istruire i richiedenti asilo e di permettere loro di poter utilizzare le competenze specialistiche acquisite nei Paesi d’origine.

Il deputato della Lega e Coordinatore del Movimento Giovani Padani, Andrea Crippa, ha spiegato:

“E’ una follia, ci sono tanti ragazzi sardi costretti ad andarsene dalla propria terra per frequentare l’università o alla ricerca di un posto di lavoro”.

Aggiungendo:

“Se la Regione ha soldi da spendere, li deve usare prima per i giovani sardi. L’inziativa approderà presto nelle sedi istituzionali e da febbraio, con la folta truppa di consiglieri leghisti che entrerà nell’Assemblea sarda, anche in Consiglio regionale”.

Approvi la protesta o condividi le ragioni dell’iniziativa?

Fonte: IlPopulista

Foto credit: Sardegnadies