Ora è maggioranza assoluta. Clamoroso il consenso per Salvini. Il trionfo e l’operazione “risucchio”.

Dopo la fase dei consensi, ora la Lega passa al secondo step, quello che qualcuno definisce l’operazione “risucchio”.

Da un sondaggio Ixè risulta infatti come tra giugno e settembre il partito di Matteo Salvini abbia risucchiato il 10% del voto grillino a proprio favore.

Un meccanismo analogo a quello che ha portato una montagna di voti a spostarsi da Forza Italia alla Lega nei precedenti e anche successivi alle elezioni politiche del 4 marzo.

Sempre secondo Ixè, il Carroccio è il partito con il più alto tasso di riconferma (quasi il 90%) del voto espresso alle politiche. Il dato indica che il divario tra Lega e M5S continua ad allargarsi.

Per Ixè, ora, ci sono circa quattro punti e mezzo tra le due forze politiche, con il Carroccio al 31,2% e i grillini al 27,6% (-6% circa rispetto al 4 marzo).

L’alleanza di governo sembra dunque penalizzare i grillini, perchè li pone in un obbligato confronto con una forza politica più matura e fatta di politici più esperti.

Forza Italia è data al 9%, Fratelli d’Italia in picchiata al 2,4, con il centrodestra che tutto insieme vale quasi il 53%. Dall’altra parte, il Pd resta più o meno stabile al 18,2%, col centrosinistra che vale poco più del 21.

Fonte: Libero

Foto credit: corrieredelveneto