“Non ci voleva…” Nonostante tutto, Conte sbotta e richiama Casalino per quel “purghe”.

Il premier ripristina la fiducia, ma Casalino ha fatto danno e questo è un dato di fatto. Il governo ci rimette la faccia.

Come non mai, Conte si agita e la sua telefonata a Casalino scuote Palazzo Chigi. Sì, perchè le parole di disprezzo verso i tecnici del Mef hanno suscitato polemiche di non poco conto.

Così il premier a muso duro richiama l’ex gieffino all’ordine.

Leggiamo cosa scrive Il Giornale:

Secondo quanto riporta un retroscena del Corriere della Sera, tra Conte e Casalino ci sarebbe stata una telefonata piuttosto accesa in cui il presidente del Consiglio ha chiesto conto di quelle parole sprezzanti usate dall’ex gieffino contro i tecnici del Mef. “Questa proprio non ci voleva”, avrebbe detto il premier subito dopo il colloquio con Casalino.

Ma su Repubblica spunta un altro retroscena sul rapporto tra lo stesso Conte e il capo della comunicazione di Palazzo Chigi. Chi è vicino al premier avrebbe detto: “Non si prendono. Ma li avete visti? Sono troppo diversi…”.

Insomma chi conosce bene le stanze delle presidenza del Consiglio sa bene che tra Conte e Casalino è sceso il gelo. Il premier ha rinnovato la sua fiducia ma di certo l’audio choc contro i dirigenti del ministero del Tesoro potrebbe avere conseguenze anche sul lungo periodo nel rapporto con il portavoce Casalino…

Resta di fatto che sul latte versato non si piange. Ora bisognerà ricucire i rapporti e rimediare l’immagine dei tecnici del Mef.

Fonte: ilgiornale

Foto: ilmessaggero