Il vicepremier leghista lo conferma ancora: “Ho firmato un patto per 5 anni e lo manterrò.”

E se qualcuno pensasse minimamente ad un’alleanza con berlusconi, Matteo Salvini toglie ogni dubbio.

Il segretario della Lega ammette che non dimentica le parole di Berlusconi è che ad oggi avrebbe preferito avere al suo fianco la Meloni.

Leggiamo Il Giornale:

Chi aveva sognato o sperato in una inversione di rotta e in un ritorno sulle sponde del centrodestra, però, non ottiene certo grande soddisfazione. Il ministro dell’Interno fa una concessione a Giorgia Meloni e lancia una frecciata contro Forza Italia.

«Per me il governo poteva essere allargato a Fratelli d’Italia, non a Forza Italia perché con Giorgia Meloni e FdI abbiamo condiviso battaglie e valori. Io mi ricordo la battaglia di Roma che abbiamo combattuto in due contro tutto e tutti». E a chi gli chiede se la maggioranza potrà essere allargata in futuro, Salvini risponde: «Non so cosa faccio domani…». E poi: «Ho firmato un contratto che dura 5 anni e lo voglio rispettare.

Poi siamo nelle mani di Dio e, scendendo più in basso, in quelle di Fico», aggiunge, intervistato da Enrico Mentana, con cui è un continuo rimando di frecciatine ironiche.

Ironia a parte, il vicepremier non rinuncia alla sua linea politica. Ribadisce ancora la sua amicizia e il rispetto per il suo compagno d’opera, Luigi di Maio. Nonostante tutto spera in un ribaltone alle Europee, dove prevede un’avanzata populista populare.

Fonte: ilgiornale

Foto: agi