Ultim’ora. Il retroscena sui migranti. Salvini non manda il decreto a Mattarella. Cosa sta accadendo?

C’è già chi grida ad una crisi istituzionale dagli esiti imprevedibili che potrebbe scatenarsi in merito al decreto Immigrazione, in discussione proprio in queste ore.

Secondo l’Huffingtonpost, il Ministro degli Interni avrebbe dato ordine ai suoi di non far trapelare indiscrezioni fino a quando il testo deinitivo non sarà pronto.

E non ha mandato una bozza del decreto al Quirinale, come al Viminale è tradizione fare. Al Colle è scattato l’allarme, per il timore che la presidenza della Repubblica possa essere trasformata nel grande bersaglio della crociata salviniana, qualora Sergio Mattarella si rifiutasse di firmare il decreto modificato dal governo.

Il timore c’è anche perchè non pare che i Stelle siano intenzionati a fare da filtro, a indirizzare, nel caso, Matteo Salvini, a più miti consigli.

E l’ipotesi che il capo dello Stato possa non firmare è tutt’altro che remota se il testo resta quello in discussione in queste ore.

Che si presta a diversi rilievi di costituzionalità su parecchi punti: la revoca della cittadinanza italiana concessa agli stranieri per reati sempre più numerosi, la sospensione del processo di cittadinanza in casi fissati dal decreto, la restrizione dei permessi umanitari.

Siamo al solito scontro Salvini-Mattarella? Staremo a vedere cosa accadrà.

Fonte: Libero

Foto credit: ilsudconsalvini