“Mia figlia abusata da algerini la posso vendicare così” il padre fece appello al governo. Scoppia il caos.

I branchi colpiscono ancora.

Questa volta ci troviamo a Cagliari e gli aggressori di una ragazza sono degli algerini.

L’aggressione di cui si discute potrebbe essere una leggerezza per molti, come si è letto in moltissimi commenti, ma non lo è per niente.

In via Roma i ragazzi hanno più volte importunato la ragazza toccandole il sedere in pubblico… per poi disperdersi nella folla.

Se c’è qualcuno a cui la notizia proprio non è andata giù è il papà della vittima.

Questi, infatti, si è sfogato su Facebook e poi ha raccontato i dettagli della storia alla testata Cagliari Online:

“Erano quattro ragazzi presumibilmente algerini. Le sono andati incontro, l’hanno palpeggiata proseguendo con fare spavaldo e indirizzandole commenti in una lingua incomprensibile”.

E ha proseguito: “In Via Roma a Cagliari mia figlia si è beccata una mano nel sedere accompagnata da sguardi di sfida e frasi di scherno. Visto che stiamo accogliendo, tra i tanti, anche una marea di delinquenti, credo che sarebbe il caso di aumentare le forze dell’ordine lungo le strade della città.

Non mi sembra il caso di aspettare che capiti lo stupro o qualche vendetta fai da te da parte di concittadini valenti. Semplicemente credo che le istituzioni dovrebbero garantire più sicurezza e controllare meglio gli arrivi in Sardegna”.
La vicenda si è registrata durante il governo Pd. Che qualcosa possa essere diverso adesso?

Fonte: IlPopulista

Foto credit: IlPopulista