Le critiche di Bruno Vespa. Le sue previsioni choc sul governo giallo-verde. Rimarranno saldi?

Su molte cose hanno punti di criticità. E Bruno Vespa non è il solo ad avere dubbi sulla continuità dell’ attuale governo.

Il giornalista e conduttore di Porta a Porta così decide di pubblicare un editoriale in cui spiega perchè il governo crollerà.

Leggiamo Libero Quotidiano:

Lega e Movimento 5 Stelle, continua, “hanno concordato di dividere a metà le risorse disponibili: 50% per ridurre le tasse e 50 per il reddito di cittadinanza. Non sappiamo se l’ abolizione della Fornero sia patrimonio comune o in quota leghista. Al ministro dell’ Economia è scappato di dire che preferirebbe abbassare di un punto l’ aliquota fiscale più modesta”. 

E riusciranno i due vicepremier a recuperarlo con una “legge di bilancio assennata”?, si chiede ancora Vespa. In tutto questo pesano i sondaggi: “E’ cominciata una rincorsa forsennata a chi promette di più”. Lega e 5 Stelle vorrebbero spendere 8 miliardi ciascuno, ma anche se li trovassero dovrebbero ridimensionare di molto le loro promesse. 

“Abbassare l’età pensionabile da 67 a 64 anni (arrivando a 100 con gli anni di contributi) costa 11,5 miliardi. Portarla a 62 – come vorrebbe Salvini – costerebbe un miliardo e mezzo in più. L’abbiamo?” si chiede Vespa.

Insomma, punti interrogativi che stanno spaccando il parere di molti su due fronti.  Come riusciranno a trovare un accordo Lega e M5S?

Fonte: liberoquotidiano

Foto: liberoquotidiano