La verità è che il Pd non esiste più. Orfini fa una proposta epocale: “Sciogliere il Partito.”

I dem del momento non sono più la vecchia sinistra. Quella che si batteva per il bene del popolo. Non ha più un’identità.

Così Orfini fa una bella proposta: sciogliere definitivamente il Pd in quanto inesistente. Ma non tutti sono pienamente d’accordo.

Leggiamo Il Giornale:

Come fare del resto ad essere qualcuno, o qualcosa, se non sai nemmeno come ti chiami, come lo smemorato di Collegno? Perché più o meno ogni sei anni il partito cardine della sinistra cambia nome. 

Adesso cambia di nuovo tutto. Sembrava una battuta di Orfini, tutto in realtà sembra una battuta quando parla Orfini, invece è l’ennesimo fingersi diversi per restare uguali. «Stracciamo lo statuto del Pd, sciogliamolo e rifondiamolo – l’ha buttata lì il presidente alla sesta festa di Left Wing che si sta svolgendo alla Città dell’altra economia di Roma, ma con una postilla – Non serve cambiare nome.

Mettiamo insieme un pezzo di Paese che non condivide le politiche di questo governo: dobbiamo costruire una risposta dopo la sconfitta che sia all’altezza della sfida. Il partito com’è oggi non funziona. Mi rivolgo a tutti, basta questa distinzione con la società civile, decidiamo insieme la linea politica e la leadership».

E mentre tutti si scagliano contro Orfini, solo una voce è a suo favore. La parola di Fano zittisce tutti: demoliamo il Pd!

Fonte: ilgiornale

Foto: lettera43