Incredibile Esodo Biblico di profughi. Quello che l’Ue non ci dice. Un’invasione alle porte direttamente dalla Siria.

Non tutto viene svelato in tempo, ma la notizia di quello che sta combinando l’Unione Europea è assurdo.

La notizia è trapelata e messa immediatamente in circolazione dal Financial Times. L’Ue avrebbe finanziato un piano di emergenza che vedrebbe migliaia e migliaia di profughi invadere i nostri territori.

Leggiamo cosa scrive Il Giornale:

Secondo quanto scrive il Ft, del piano si starebbe occupando il commissario europeo alle Migrazioni, Dimitris Avramopoulos, che è già in contatto con i vertici greci e che presto dovrebbe incontrare direttamente Alexis Tsipras. Come scrive Repubblica, il piano iniziale di Bruxelles prevede l’evacuazione di almeno 3mila persone dai campi greci. Il problema è che le Nazioni Unite hanno già parlato di 30mila persone in fuga da Idlib e le stime parlano di 800mila possibili rifugiati in fuga verso l’Europa.

Questa possibilità è considerata un pericolo sia per la Turchia di Recep Tayyip Erdogan, che proprio per questo sta blindando il confine con la Siria, sia dall’Unione europea.

E proprio per questo motivo, Jean Claude Juncker sta facendo il possibile per evitare che su Idlib si scateni l’ultima offensiva dell’esercito siriano e dell’aviazione russa. Motivazioni politiche, ovviamente: ma anche il pericolo di ritrovarsi un fiume di persone senza alcuna capacità di programmare il loro arrivo e con la minaccia di far esplodere le proteste dai Balcani al resto d’Europa.

Numeri impressionanti, quindi, a cui tutta l’Europa non è preparata. Se ad oggi si combatte per evitare ancora flussi migratori, come pensano di dirigere qui altri profughi?

A prepararsi per questo grande evento sembra che oggi sia la Grecia. Ma un mucchio di migranti vulnerabili sta per posizionarsi in campi dove già prevale l’abuso sessuale e droga.

Fonte: ilgiornale

Foto: ilgiornale